lo scrigno degli omaggi

lunedì 11 gennaio 2016

CHEF LUIGI :orecchiette con cime di rapa.

Buon pomeriggio amiche oggi abbiamo assaporato l'ultima box ricevuta da CHEF LUIGI.
Nello specifico la box orecchiette alle cime di rapa.

Le box sono utilissime perché dotate di ogni ingrediente per preparare il vostro piatto.
Dunque trovate all'interno:
-orecchiette
-sale
-cime di rapa
-pomodori secchi
-pecorino
-olio
Il tutto sigillato in sacchetti ben protetti e accurati.
La preparazione è semplicissima basta seguire le procedure riportare sulla scatola.
Prendere una pentola o una casseruola e riempirla con circa 2 litri di acqua, versare il sale (circa 25g) contenuto nella bustina nell’acqua. A seguire versare nella pentola le cime di rapa e i pomodori secchi (tutto il contenuto della bustina); accendere il fuoco e portare a ebollizione. Aggiungere le orecchiette Pastificio Leonessa, lasciare cuocere – mescolando ogni tanto – per circa 16 minuti, che corrispondono ai tempi di cottura della pasta.

Tre minuti prima della cottura della pasta, prendere una padella capiente che abbia un diametro da 25 a 30 cm circa e versare l’olio e l’aglio; accendere il fuoco e spegnerlo dopo 1 minuto e 20 secondi, se volete scaldare l’olio prima mettete l’aglio e togliete dal fuoco dopo 20 secondi (attenzione!, a 30 secondi l’aglio brucia modificando il sapore del vostro piatto).


Terminata la cottura della pasta, scolatela bene cercando di togliere più acqua possibile, e successivamente versate la pasta nella padella con l’aglio. Mescolate bene il tutto, meglio se di nuovo sul fuoco affinché si leghi tutto alla perfezione, per circa 30 secondi.

Spegnere il fuoco e aggiungere il formaggio; mescolare e servire.

Volete delle info sulla provenienza delle orecchiette??
orecchiette con le cime di rapa sono un piatto tipico regionale pugliese e, in particolare modo, della cucina barese. La gastronomia tradizionale pugliese è legata soprattutto al lavoro della terra e i suoi pilastri sono: olio, grano, verdure e pesce. Questa cucina – molto apprezzata da Federico II – ha infatti, come tutte quelle del sud dell’Italia, una ricca storia di paste fatte a mano (di semola di grano duro e acqua, senza uova) che vengono condite, secondo la tradizione pugliese, soprattutto con le verdure.
Ma andiamo con ordine. Ci sono diverse storie che raccontano l’origine delle orecchiette. Nella zona provenzale francese, fin dal Medioevo si produceva, utilizzando il grano duro del sud della Francia, una pasta secca molto spessa e a forma di dischi, chiamata crosets, simile alle orecchiette, che, in seguito, sarebbe stata diffusa in Basilicata e in Puglia con il suo nome attuale dagli Angioini nel XIII secolo.
Secondo Luigi Sada, importante studioso della gastronomia pugliese, le orecchiette sarebbero nate, invece, nel territorio di Sannicandro di Bari tra il XII e il XIII secolo, durante la dominazione normanno-sveva.

2 commenti:

  1. Che buoni ,complimenti per ottima recensione ,grazie mille per ricetta

    RispondiElimina
  2. Complimenti e che buona la ricetta!

    RispondiElimina