lo scrigno degli omaggi

lunedì 13 aprile 2015

LA VALLE DEI MULINI : L'ORO DI AMALFI , SUA MAESTA' IL LIMONE .

Buon pomeriggio carissimi lettori voglio omaggiare con questo articolo una collaborazione che merita tantissimo.
Non si parla di un unica azienda ma di ben tre realtà che cooperano insieme : Costa D'Amalfi lemon tour , Lemon mind experience , La valle dei mulini . 


La Cooperativa Amalfitana Trasformazione Agrumi viene fondata nel 1992 dalla famiglia Aceto.

La famiglia Aceto opera nel campo della limonicoltura e relativa trasformazione da sei generazioni, precisamente dal 1825, quando Salvatore Aceto acquistò un piccolo pezzo di terra a Ravello, iniziando così l'attività di produttore e commerciante.
Il periodo di massimo splendore per l'azienda familiare, specie nel commercio con l’estero, si ha dal 1930 al 1938. In Italia invece la famiglia Aceto si afferma come la maggiore produttrice di limoni dell'intera Costiera dopo la Seconda Guerra mondiale e nonostante la concorrenza dei produttori calabresi e siciliani.
Non potendo contare su un’estensione terriera enorme e volumi di produzione elevati come i principali concorrenti, i fratelli Aceto decidono di differenziarsi iniziando una campagna di sensibilizzazione del loro particolare tipo di limone, lo "Sfusato Amalfitano", unico al mondo per qualità e caratteristiche.
Alla fine degli anni '60 vengono acquistati altri appezzamenti di terreno per la coltivazione dei limoni, tra i quali il più importante è quello situato nella "Valle Dei Mulini", in grado di produrre circa 800 quintali di limoni all'anno.
Nel 1989 Luigi Aceto decide di costituire una cooperativa per la trasformazione dello "Sfusato Amalfitano".
In soli due anni, con una propria organizzazione commerciale, l'Azienda con il marchio "La Valle dei Mulini" è riuscita ad introdurre i suoi prodotti in tutto il territorio nazionale, in molti paesi della C.E., in America, in Australia e in Giappone.


Il limone " Sfusato Amalfitano" ha da sempre un ruolo importante nella preparazione culinaria di dolci e gelati e il suo aroma è il tocco da maestro in molti piatti della cucina mediterranea.
Il suo succo è usato nella preparazione di semplici bevande rinfrescanti, come la limonata, mentre in cucina abbandona il suo ruolo terapeutico come ingrediente indispensabile per la realizzazione di sofisticati primi piatti e torte.
Il liquore di limone è inoltre un eccellente digestivo naturale, da servirsi freddo a fine pasto.
Dello "Sfusato Amalfitano" può essere utilizzato il succo, il frutto intero, i semi, la buccia e persino le foglie. Le sue proprietà terapeutiche sono indicate come coadiuvanti nelle: azioni anti infettive, azioni stimolanti il sistema immunitario, attività antistress, azioni protettive per fumatori, azioni sulla crescita e prevenzione alla senescenza, potenziamento delle prestazioni sportive.
Per quanto riguarda la concimazione, si usano solo fertilizzanti organici: stallatico, letame ovino e caprino; una sola volta all'anno. Per i trattamenti anticrittogamici si utilizzano olii minerali, solfato di rame e ultimamente l'Azienda sta sperimentando dei trattamenti biologici con insetti che combattono quelli nocivi alla pianta.

La grande famiglia ACETO propone molteplici modi per utilizzare questo magnifico oro d' Amalfi in : confetture , liquori , miele, babà inzuppati , marmellate.
Per soddisfare cosi ogni singola richiesta .

Le varie fasi che portano alla realizzazioni di questi magnifici prodotti sono: 

FASE 1: Raccolta dei limoni.

FASE 2: Sbucciatura dei limoni.
FASE 3: Infusione.
FASE 4: Preparazione dello sciroppo.
FASE 5: Miscelazione.
FASE 6: Filtraggio.
.
FASE 7: Imbottigliamento.
FASE 8: Imballaggio e Spedizione 

VI INVITO A LEGGERE LA RASSEGNA STAMPA CHE HA PROTAGONISTA LA GRANDISSIMA FAMIGLIA ACETO 




Voglio proporvi una ricetta con la splendida marmellata di limoni:

CROSTATA RICCA
ingredienti


  • 400 gr. di farina 00
  • 200 gr. di burro freddo a dadini
  • 150 gr. di zucchero a velo
  • 3 tuorli d’uovo
  • 1 pizzico di sale
  • scorza di limone grattugiata
  • 1/2 bustina di lievito per dolci.
  • riso soffiato 
  • marmellata di limoni "la valle dei mulini"
Procedimento
Nella ciotola del mixer, versate la farina, il burro freddo a dadini, il lievito setacciato e il sale. Azionate le lame a intermittenza (per non scaldare troppo il burro), quando si avrà un composto sbricioloso , trasferitelo in una ciotola. Aggiungete lo zucchero a velo, la scorza del limone, i tuorli e impastate velocemente fino ad ottenere un panetto morbido, avvolgetelo nella pellicola e ponetelo in frigo per almeno 1 ora.
Decorso il tempo di riposo in frigo stendete un pezzo di frolla e cospargete di marmellata , ricoprite con l'altra frolla e cospargete la torta di riso soffiato . 
Infornare a 160° per 30 minuti a forno ventilato.
La foto della ricetta è stata postata anche sulla mia pagina "lo scrigno degli omaggi " e si possono raccogliere le impressioni che ha suscitato a chi l'ha provata.


Per ulteriori informazioni visitate la pagina web o meglio ancora fate un bel viaggio ad Amalfi che merita veramente tanto. 


AMALFI  è stata dichiarata dall' Unesco Patrimonio dell'Umanità.

3 commenti:

  1. A parte il fatto che ingrasso solo leggendo le ricette ma non posso che complimentarmi come sempre per le tue recensioni e collaborazioni!

    RispondiElimina
  2. io l'ho provata ed è stata una delizia.... complimenti per la recensione...prodotti ottimi... da provare

    RispondiElimina